La Costiera Cilentana 

 

palinuroPalinuro

Nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, adagiato tra il verde degli ulivi delle colline che degradano verso il turchese del mare, Palinuro si estende sulla piccola penisola del promontorio di Capo Palinuro, che  proteso nel mare con la sua straordinaria forma a pentadattilo cade a strapiombo sull'acqua... e all'improvviso in una suggestione di colori si apre a ventaglio una costa incontaminata di incantevoli baie, lembi di spiaggia e grotte marine. Ma il vero tesoro di Capo Palinuro è sotto il livello del mare: ben 32 grotte delle quali le più importanti sono la Grotta Azzurra, chiamata così per gli spettacolari giochi di luce sull'acqua, la Grotta d'Argento e quella Sulfurea, che racchiude una sorgente di acqua sulfurea...

camerota2Marina di Camerota

Un'altra "perla" della Costiera Cilentana, adagiata lungo una scogliera che, dagli ultimi anfratti di roccia di Palinuro si estende fino alla spettacolare Punta degli Infreschi, un angolo di paradiso, seconda oasi marina protetta del Cilento. Nelle acque di questa splendida baia non è raro imbattersi in banchi di delfini, attirati dalla straordinaria abbondanza di pesce azzurro. Marina di Camerota è da anni bandiera Blu per le sue acque cristalline,ed è incredibile la varietà di grotte da scoprire; le più note sono: Grotta Cala, Grotta Sepolcrale, Grotta della Serratura e Grotta del Noglio... e particolarmente suggestiva la Spiaggia della Barca a Vela, il cui scoglio (della caratteristica forma da cui il nome) si erge al centro della vasta distesa sabbiosa...

acciaroliAcciaroli

Un piccolo borgo di pescatori, incastonato nel cuore della Costiera Cilentana. Le sue case in pietra, il sole, il mare, provocano sensazioni uniche e momenti di vera tranquillità. Qui soggiornò Ernest Hemingway, che affascinato dal paesaggio, dalle antiche case costruite sulla roccia e collegate alla strada da passerelle, dai colori del mare e della spiaggia, si racconta, trovò l'ispirazione per uno dei suoi romanzi più famosi "Il vecchio e il mare".

 

 agropoliAgropoli 

La parte antica della cittadina si trova su di un promontorio a dominio di una pittoresca baia, furono i Bizantini nel VI secolo  a chiamarla Acropolis, ovvero città posta in alto. Al cuore antico di Agropoli,  si accede da un monumentale portale del '600, ed è un trionfo di vicoli, casette ricavate nella roccia, "scalinatelle" scoscese che sembrano tuffarsi nell'azzurro del mare prospiciente. Dalla sommità del paese domina il Castello Aragonese dal quale si gode di una vista magnifica sul golfo di Salerno e oltre, sino ad avvistare Capri e la lontana punta Campanella...da non perdere la suggestiva Baia di Trentova, dichiarata dall'Unesco Patrimonio mondiale dell'Umanità.

 

 

pellicola
 
 
 


 
pellicola